Chirurgia maxillo-facciale – casi clinici

Ricostruzione mandibolare

Paziente sottoposto ad asportazione di neoplasia mandibolare. Prima dell’intervento è stata pianificata la resezione virtuale della mandibola (sempre sulla base dell’evidenza clinica) ma soprattutto è stata studiata la placca da ricostruzione in titanio su cui è stato adattato un lembo libero virtuale di perone dopo aver inserito nel software sia la TAC del cranio che l’Angio-TAC degli arti inferiori del paziente. La ditta ha quindi confezionato non solo delle dime-guide di taglio per la mandibola ma anche una dima di taglio individualizzata del perone che ha portato a tale segmentazione. L’anastomosi vascolare è stata eseguita come consuetudine sui vasi cervicali.

Ricostruzione mandibolare

Paziente sottoposta a ricostruzione mandibolare con placca custom-made e lembo microchirurgico di perone dopo asportazione e ricostruzione non adeguata presso altra sede di neoformazione mandibolare.

Ricostruzione mandibolare con placca

1

2

3

4

Paziente sottoposto ad innesto dal proprio odontoiatra, poi infettatosi. Riabilitazione presso l’odontoiatra con posizionamento di 3 impianti short, frattura della mandibola. Ricostruzione mandibolare con placca da ricostruzione mediante accesso endorale con trans-buccale.

Pianificazione di osteotomie bimascellari

Pianificazione di osteotomie bimascellari in paziente con grave assimmetria facciale.

Planning virtuale di ricostruzione microvascolare della mandibola

Recidiva neoformazione mascellare superiore

Prima

Dopo

Dopo

Paziente con zigomo – paziente sottoposto a resezione dell’osso zigomatico a seguito di plurima recidiva di neoplasia mascellare. La pianificazione virtuale della procedura è stata condotta sulla base della indagine TC fornita dal paziente e identificando un adeguato margine di tessuto indenne e distante dalla neoplasia. Sulla base di tali informazioni è stata confezionata una protesi custom-made individualizzata sul paziente e definita la resezione con guide di taglio. La protesi sterile è stata poi posizionata nel corso dell’intervento chirurgico programmato. L’accesso chirurgico è stato estremamente conservativo e limitato con una restituito ad integrum quasi totale.

Paziente con neoplasia mandibolare

Prima

Prima

Dopo

Dopo

Dopo

Piccolo paziente sottoposto ad asportazione di neoplasia mandibolare e ricostruzione con innesto costo-condrale autologo. Tale ricostruzione ha la finalità di ricostruire la mandibola temporaneamente in attesa del raggiungimento dell’età adulta quando sarà possibile una ricostruzione autologa microchirurgica con lembo libero di fibula. Durante tale periodo potrà esserci una modica crescita dell’innesto costale dovuta al trasferimento in sede mandibolare del centro di crescita che avrà in ogni caso un residuo di crescita spontaneo.

Rinosettoplastica funzionale

Prima

Prima

Dopo

Dopo

Controllo a distanza dopo rinosettoplastica funzionale eseguita con tecnica “open”: dopo aver corretto la componente settale e vomerina deviata e gravata da un deficit respiratorio nasale, si è provveduto a correggere anche la piramide nasale sia nella sua componente ossea che cartilaginea.

Rinosettoplastica funzionale e mentoplastica

Prima

Prima

Dopo

Dopo

Interventi di rinosettoplastica funzionale e mentoplastica. Controllo dopo tre mesi.

Lifting endoscopico della fronte

Prima

Dopo

Paziente dopo intervento di lifting endoscopico frontale, controllo a distanza. Con il lifting endoscopico si ha la possibilità di riposizionare i tessuti frontali e fronto-orbitali con quattro incisioni di circa 1 cm in regione temporale e fronto-parietale. Questi accessi permettono l’introduzione dell’endoscopio e degli strumenti chirurgici con idonea visione e operatività ma con minime cicatrici e senza dover necessariamente posizionare dei drenaggi. La sospensione dei tessuti frontali è molto stabile nel tempo.

Paziente con fibrolipoma

Dott. Riccardo Girotto

Prima

Dopo

Paziente con fibrolipoma della testa del sopracciglio: asportazione in endoscopia con visualizzazione e preservazione dei fasci nervosi sensitivi ed accesso estetico dall’attaccatura dei capelli (trichion) – (esito alla rimozione suture a 7 giorni).

Microlipofilling frontale, zicomatico e nanofilling palpebre

Prima

Prima

Dopo

Dopo

Dopo

Dopo

Dopo il trauma la paziente ha riportato una riduzione della componente adiposa dei tegumenti a livello frontale e sopracciliare/palpebrale sinistro. È stato quindi pianificato un microlipofilling a livello frontale e zigomatico ed un nanofilling di tessuto adiposo a livello palpebrale. Si può notare il cambiamento della tonicità dei tessuti perizigomatici e frontali.

Paziente con dismorfismo facciale e osteotomia bimascellare

Prima

Prima

Prima

Prima

In previsione del trattamento chirurgico della dismorfosi, deve essere eseguito un trattamento ortodontico di decompensazione delle arcate dentali (ad opera di un dentista ortodontista che sia competente di ortodontia pre chirurgica) al termine del quale ci sarà un peggioramento dell’occlusione. In questa fase gli elementi dentali saranno posizionati nella posizione che sarà più corretta dal punto di vista estetico ed anche fisiologico una volta ripristinata la congruenza occlusale.

Dopo

Dopo

Dopo

Paziente dopo osteotomia bimascellare. La correzione della posizione dei mascelllari comporterà in un secondo tempo la correzione eventuale della piramide nasale e del mento.

Accesso transcongiuntivale al pavimento orbitario e cornice orbitaria inferiore

Chirurgia ghiandole salivari

Dopo

Dopo

Dopo

Paziente con dacriocistite cronica

Dopo

Dopo

Paziente con dacriocistite cronica plurirecidivata sottoposta ad asportazione nel sacco lacrimale con il tramite fistoloso, ricostruzione delle vie lacrimali e del piano cutaneo.